esercizi di bioenergetica

Le classi sono gruppi di persone che, con la guida e l'aiuto di un conduttore, eseguono specifici esercizi volti a sciogliere tensioni e blocchi muscolari nelle diverse aree del corpo. Contrazioni generate da stress temporanei ma anche blocchi cronici, inscritti nell'armatura caratteriale. Quando con gli esercizi il corpo si libera dalle tensioni,l'energia intrappolata nei muscoli contratti riprende a circolare, e le persone possono rientrare in contatto con quelle parti di s che si erano chiuse alla loro percezione. Nonostante l'investimento corporeo ed emotivo sia a volte molto elevato, le classi non sono gruppi terapeutici, perch non prevedono un momento di elaborazione analitica dei vissuti emotivi con il conduttore.

Il conduttore, che propone gli esercizi e vigila sui processi in atto, insomma una presenza che garantisce contenimento al gruppo, e sostegno alle singole persone che si trovino a vivere emozioni che da sole non riescono ad arginare.

Ogni classe (che dura un'ora e mezza circa ed ha cadenza settimanale) si articola in una sequenza di esercizi. Ogni esercizio si sviluppa secondo un ciclo di "contrazione" ed espansione, che il ciclo naturale dell'energia. Nella fase di "contrazione" il muscolo (o il gruppo di muscoli) su cui si sta lavorando viene sottoposto a tensione. Quest'aumento di tensione, provocato volontariamente , in qualche modo, una cura di tipo omeopatico: sovrapponendo tensione (volontaria) a tensione (involontaria e preesistente) il corpo viene stimolato a reagire, rilasciando e liberando lo stress contenuto in quell'area. La liberazione della carica avviene tramite movimenti vibratori, che in genere si sviluppano involontariamente quando i muscoli raggiungono la tensione limite, ma pu essere resa pi immediata da un movimento espressivo.

Cos all'interno delle persone: un blocco muscolare impedisce il normale fluire di energia metabolica (sangue e respiro) non solo nell'area interessata al blocco, ma in varia misura in tutto l'organismo. Quando si consente alla tensione muscolare di scaricarsi, e quindi ai muscoli di rilassarsi, tutti i fluidi vitali riprendono a circolare liberamente, col risultato di rimettere le persone in contatto con il loro corpo e le loro emozioni (nelle parti in cui non scorre energia, infatti, non si percepisce il proprio corpo, n le emozioni l trattenute).

Mano a mano che in una classe si lavora secondo questo ciclo energetico di tensione-carica-scarica-rilassamento, l'energia delle persone tende a salire: nonostante gli esercizi siano spesso faticosi, alla fine le persone si sentono meglio, perch la loro energia, non pi intrappolata nelle tensioni corporee, fluisce liberamente. Questa liberazione dalle tensioni, una liberazione dallo stress (che, in inglese, significa appunto tensione e deriva dal latino strictus, cio costretto). Le classi di esercizi sono infatti, in primo luogo, un efficace metodo anti-stress.

A differenza di quanto avviene nella ginnastica, per, il fine non mai quello di eseguire "bene" l'esercizio, di dare una perfetta prestazione, bens quello di sentire le sensazioni e le emozioni che via via si sviluppano nel corpo, e di imparare a convivere con esse, con la gioia e con l'amore come con la rabbia e il dolore, se e quando necessario. Frequentare le classi, dunque, significa porsi nelle condizioni di ricevere dal proprio corpo una serie di informazioni su di s, e di sperimentare vissuti emozionali capaci di indurre cambiamenti importanti nel proprio modo di essere.

Una classe un luogo protetto e sicuro, dove il conduttore accoglie le emozioni dei partecipanti e, accettandole, d loro il sostegno necessario per accettarle loro stessi, e sentire che sono in grado di convivere con esse.

Ci che avviene in una classe di esercizi che i partecipanti imparano a creare, proprio con l'energia e la consapevolezza di cui rientrano via via in possesso, una struttura di autoregolazione che non una struttura di autorepressione, ma una struttura di autocontenimento: una struttura psico-fisica che, rinforzandoci nel nostro senso di identit, ci consente di lasciarci andare, di arrenderci ai nostri sentimenti e alle nostre emozioni, senza paura di esserne sopraffatti. Entrare in contatto con le proprie emozioni, darsi la possibilit di sentire e agire, molto diverso che esserne travolti.

E' un percorso circolare: pi energia e pi emozione -> pi struttura di autoregolazione -> pi energia e pi emozione consentiti.

Quindi, se nell'immediato gli esercizi di bioenergetica sono soprattutto un modo per combattere lo stress quotidiano, nel lungo periodo divengono uno strumento per riannodare i fili spezzati della nostra evoluzione, reintegrando nel nostro senso di identit le sensazioni e le emozioni da cui gli eventi della vita ci avevano costretti a prendere le distanze. In un certo senso, una classe di esercizi come una famiglia ideale, al cui interno le persone possono rinascere e ricominciare a crescere; questa volta non ci saranno sentimenti proibiti, n minacce, n punizioni.

Le classi di esercizi di bioenergetica
Articolo di Paolo Gilardi scaricato dal sito www.ilmosaicodanza.it liberamente tratto dal libro "Il corpo non mente" di L. Marchino e M. Mizrahil, Edizione Frassinelli

Info Corsi

 

 
Associazione Culturale "Raggio di Luce" - Via Gregorio Antonucci, 23 - Roma - Acilia - info@raggiodiluce.net - Tel. 3389555016 Policy dei Cookie